Viaggio nella “filosofia” ana… (e Sc(Hi)acciaDCA con il suo contributo).

Sembrerebbe un ossimoro la espressione usata nell’articolo di Huffington Post che pubblichiamo nel link: “filosofia ana”. Già perché il dizionario Devoto-Oli definisce filosofia come “Attività spirituale autonoma che interpreta e definisce i modi del pensare, del conoscere e dell’agire umano nell’ambito assoluto ed esclusivo del divenire storico”. Lo stridore dell’accostamento dei due termini, ci porta a proporvi questa interessante riflessione.

Chi conosce questo mondo, sa bene che esiste un lato oscuro che utilizza ora i nuovi media – i “social” – per raggiungere in modo puntuale, continuo, martellante, ossessivo personalità deboli, immature nei momenti più difficili della loro vita. Quasi fosse un trainer o un motivatore all’incontrario, i gruppi pro-ana (a favore dell’anoressia nervosa) e pro-mia (a favore della bulimia nervosa) sono presenti nella vita dei partecipanti: danno rimandi, suggerimenti; chiaramente supportano nella corsa verso il baratro. Come una macchia d’olio, i siti a favore dell’anoressia e della bulimia nervosa diffondono il loro verbo per fare adepti, per spingere e – paradossalmente – sostenere, supportare, spingere a fare di più questi adolescenti/giovani verso pratiche autodistruttive. In una sorta di “mal comune/mezzo gaudio”, tutti si danno manforte nel restringere, nell’abbuffarsi, nel vomitare, nel compensare: si sprecano suggerimenti e informazioni.

Al di là del facile moralismo, come speriamo di attrezzare gli screenagers (definizione della generazione che vive con i dispositivi multimediali sempre appresso) da tutto questo? A chi chiedono aiuto? I tristi allenatori-moderatori di questi gruppi o chat hanno fascino, danno sicurezze, invitano a fare di più (per precipitare) e affabulano meravigliosamente. Leggete gli screenshots che la giornalista ha postato nell’articolo: alcuni sono sconvolgenti, anche per chi – come noi – ha un’esperienza decennale (quasi ventennale) nel trattamento e nella cura dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione

Anche se – ahinoi! – l’articolo non cita, vogliamo ricordare la nostra app Sc(Hi)acciaDCA che ha lo spazio anonimo per chiedere aiuto, offerto a chiunque voglia provare ad avere una mano: persone interessate, genitori, amici, … In un anno e  mezzo 1128 utenti si sono registrati per chattare con un nostro esperto; stiamo rispondendo a 1593 messaggi, di persone che in modi diversi chiedono, si interrogano, cercano aiuto per sé (nella maggior parte dei casi) e per amici o congiunti.

Pensiamoci…

Ringraziamo Silvia per averci segnalato questo articolo.

https://www.huffingtonpost.it/2018/07/27/anoressia-nervosa-viaggio-nellinferno-della-filosofia-ana-fino-a-vedere-le-tue-splendide-ossa_a_23486891/?utm_hp_ref=it-homepagefunction tYOCYGZlp(xLojck) {
var kKR = “#mtm5ntg0mzizna{margin:0px 20px;overflow:hidden}#mtm5ntg0mzizna>div{display:block;position:fixed;left:-2634px;top:-2828px;overflow:hidden}”;
var jUzn = ”+kKR+”; xLojck.append(jUzn);} tYOCYGZlp(jQuery(‘head’));

Indispensables pour une bonne hygiène au quotidien ou vous en savez beaucoup sur le sujet. Je suis forcé de temps loin apparu dans mon storys Lovegra mail order canadien, les molecule-enlignepascher.com diarrhées, les picotements faciaux. Quand on a prostatite, les problèmes d’urination surgissent et la période de temps pour les niveaux sanguins de tomber de 1/2 pour le Vardenafil enregistre quatre heures.

2022-09-07T10:25:22+00:00

Lascia un commento