Un laboratorio alla volta, parte tre: Intervento Assistito con gli Animali!

Continuiamo il nostro viaggio al Centro per la diagnosi e la cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare (CDCA) della Casa di Cura Palazzolo di Bergamo, presentando le attività.

Oggi presentiamo un acronimo sconosciuto per raccontare un’attività tra le nuove nate: l’Intervento Assistito con gli Animali (un tempo chiamata Pet Therapy), una proposta che è stata fatta ai pazienti che frequentano il Centro per la diagnosi e cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare della Casa di Cura “B. Palazzolo”.

Ci aiuta Flaminia Fogliadini, psicologa, esperta e conduttrice del laboratorio.

«Un tempo denominata “Pet therapy”, il Ministero della Salute utilizza l’espressione “Interventi Assistiti con gli Animali” per sottolinearne il valore a livello scientifico: la relazione con gli animali ci aiuta a stare meglio. Come? Abbiamo chiesto al primo gruppo di pazienti che hanno partecipato al nostro laboratorio, quali parole il percorso ha fatto nascere. Si è parlato dei modi della relazione; come un animale mostri la propria assertività nella comunicazione non verbale; delle emozioni comunicate e trasmesse la sua postura; l’importanza dei sensi. Soprattutto il senso di pace, la calma che si riesce a coltivare nella situazione giusta in relazione con gli animali… e molto altro! Ginni vi saluta mentre mostra con orgoglio questo primo dono di condivisione.

Come funzionano le relazioni? e con gli animali?

Abbiamo esplorato insieme le differenze tra prede e predatori conoscendo meglio Teresa e Arturo, una coppia di conigli nani ariete, e poi Ginni, cane golden retriever, all’interno del primo laboratorio di Attività Assistita con gli Animali al CDCA. Abbiamo dedicato spazio a riflettere sui bisogni e, insieme, i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato hanno progettato una tana, il rifugio che garantisce al tempo stesso protezione e libertà, da regalare ai coniglietti.

Un’esperienza di relazione piacevole e rilassante che racchiude le potenzialità per far emergere aspetti delle relazioni e della comunicazione tra le persone, per esplorare come possiamo trovare il nostro “posto nel mondo” in base alle nostre caratteristiche uniche e irripetibili».

2024-03-02T11:12:02+00:00

Lascia un commento